Piccoli elettrodomestici da casa: quali non possono mancare

I piccoli elettrodomestici da casa sono quelli che, nella maggior parte dei casi, ci evitano compiti gravosi che, senza di essi, sarebbe realmente difficile eseguire.
Molto spesso questi piccoli ma fondamentali accessori, infatti, ci permettono di semplificare delle faccende, legate alla pulizia, alla cucina ecc, che sarebbero altrimenti molto più impegnative.
A questo proposito è utile andare a vedere quali di essi sono assolutamente fondamentali e non possono mancare in ogni abitazione.

Ferro a vapore

Il ferro a vapore è uno dei piccoli elettrodomestici da casa che, senza alcun dubbio, ha semplificato di molto la vita di tutti coloro che stirano quotidianamente.
Questo particolare accessorio, infatti, è stato introdotto per sostituire il vecchio modello di ferro a caldaia separata utilizzato molti anni fa. I vantaggi del modello a vapore risiedono innanzitutto nelle dimensioni decisamente ridotte e nella possibilità di utilizzarlo in poco tempo grazie alla rapidità con la quale l’acqua, inserita all’interno, si surriscalda.

Spremitori

Gli spremitori sono dei piccoli elettrodomestici da casa utilizzati per realizzare dei magnifici succhi di frutta gustosi e nutrienti.
Nello specifico uno dei più utilizzati è lo spremi melograno in quanto permette di premere questo frutto così particolare (il melograno appunto) il quale presenta i tipici grani da trattare in maniera particolare. Ma non possiamo ovviamente dimenticarci degli spremitori manuali ed automatici, che possono spremere tutti i frutti in generale: Dalle fragole ai limoni, passando appunto anche dal melograno.

Macchina da caffè automatica

Infine come non parlare della macchina da caffè automatica considerata come uno dei piccoli elettrodomestici da casa più utili di questo periodo.
Il caffè, infatti, è una delle bevande, soprattutto in Italia, più consumate in assoluto e che è preparata diverse volte nell’arco della giornata.
Al posto delle vecchie caffettiere ad acqua, questa pratica e semplice macchina automatica permette di realizzare un ottimo caffè in pochissimo tempo contribuendo, inoltre, a mantenere molto più pulito ed in ordine il piano cottura.

Risotto con avanzi

Ecco come utilizzare gli avanzi per preparare un gustoso risotto.

Quante volte capita che nel frigo troviamo odiosi avanzi di cui non sappiamo mai che farci? Ebbene a me capita spesso, e quando è così apro il frigo e tiro fuori tutto ciò che trovo.

In questo caso ho trovato peperoni, pomodori, scamorza e ho deciso di farci un buon risotto, cibo che ben si adatta a ogni tipo di condimento. Ci tengo a dire che questa ricetta è adatta alle persona celiache. Sappiamo inoltre ormai tutti le numerose proprietà dei peperoni, ecco perché è fondamentale che non manchino mai nella nostra cucina, approfittando del fatto che per ora sono ancora di stagione quindi se ne possono trovare di davvero buoni. Anche le carote, presenti nella ricetta, hanno svariate proprietà e tra queste aiutano a mantenere la tintarella che abbiamo preso questa estate, per ricordarci ancora un po’ del caldo, del sole e del mare. Ecco cosa vi occorre per la ricetta.

Ingredienti riso con avanzi:

  • Riso
  • 1 Peperone
  • 1 Carota
  • Cipolla
  • Dado
  • Scamorza

Preparazione riso con avanzi: come prima cosa preparate il brodo con il dado. Come sempre consiglio di usare mezzo dado vegetale e mezzo classico, donerà al vostro risotto un sapore davvero unico. Se invece siete ormai cuoche provette potete preparare il brodo di pollo, ancora più buono e delicato per i vostri piatti.

Tagliate finemente cipolla, peperone e carota. Scottatele in padella con una noce di burro. Quando preparo dei soffritti con la cipolla preferisco sempre mettere una noce di burro piuttosto che un filo d’olio perché regala un sapore più delicato ed evita alla cipolla di bruciacchiarsi. Salate le verdure.

Aggiungete il riso, io per le quantità mi regolo con un bicchiere: mezzo bicchiere ciascuno e non si sbaglia mai! Rosolatelo con le verdure fino a dorarlo leggermente per dare croccantezza ai chicchi.

Aggiungete ora tre mestoli abbondanti di brodo, mescolate e lasciate cuocere il riso a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto. Se necessario continuate ad aggiungere gradatamente brodo sempre ben caldo, senza mai annacquarlo eccessivamente. Il riso ci metterà circa mezz’ora a cuocere, fino alla cottura desiderata. Io, per gusto personale, lo preferisco ben cotto quindi lo lascio sul fuoco un paio di minuti in più.

Una volta cotto il riso e asciugato il brodo salate e pepate leggermente. Tagliate a piccoli cubettini la scamorza e uniteli al riso in modo che si sciolgano e diventino gustosamente filanti. Servite ben caldo e gustate, buon appetito!